mercoledì 13 agosto 2008

E una è fatta.


E' da un po' di tempo che non aggiorno il mio blog. Non è stato aggiornato per un semplice motivo: mi stavo premurando di toccarmi le balle prima di scrivere notizie sul mio futuro. La vita qua scorre veloce. La scorsa settimana mi sono destreggiato tra ben 11 colloqui telefonici e non. Ovviamente poi le offerte di lavoro sono arrivate tutte in contemporanea venerdì scorso. Fatto è che Samuel finalmente da lunedì 18 non sarà più disoccupato! (Bisogna esser contenti?).
La compagnia in questione è la suadente MediaMarket (www.mediamarket.ie) la quale è una compagnia che fa "robe" con i media (mi sa indagini di mercato e analisi varie su periodici, tv ed internet). Io dovrei fare lo sviluppatore di supporto, in un team di 5 persone, per i prodotti interni (pagine web, filtri per masse di dati, nuove funzionalità al sistema, le solite merde da informatico insomma). E' un azienda piccola di 50 persone. 50 è un numero che può suonare grande ma comparato con alcune company di dublino è veramente spicciolame. Ad esempio il cono della IrishBank si è comprato 4 palazzine di almeno 20 piani collegate in pieno centro...
Devo ringraziare le mie scarpe di cartone nero laccato. Ai capi del personale non so cosa gli possa esser piaciuto di me al colloquio ma devo dire che erano veramente felici di conoscermi. Forse si son fatti grosse risate per i calzini bianchi orrendi col risvolto che uscivano copiosi da sotto il vestito nero. Purtroppo ho dovuto adottare sta tecnica per far si che i miei talloni non subissero lo stesso trattamento (tutto meritato per aver speso 19 euro) del primo colloquio. Forse son quei personaggi che hanno una passione sfrenata (e ingiustificata) per l'Italia e gli italiani. Forse lo sviluppatore è gay e mi chiederà di presentarmi il primo giorno vestito in lattice nero (come richiesto da una piccolissima clausola di contratto che sbadatamente non son riuscito a leggere).
Insomma una bella parte è fatta. Ora tocca mettersi a cercar una stanza in Dublino 3. La stanza nella casa in cui sto vivendo ora deve esser liberata entro fine agosto. Affidarsi troppo ai mezzi di trasporto qua a Dublino è veramente come giocare la schedina senza metter ne doppie ne triple. Mi capita spesso di dover aspettare gli autobus per 40 minuti e quindi pensare di avere il lavoro al nord e vivere al sud è inpensabile! Quindi dai con l'ultimo step che poi finalmente posso cominciar a palarlar di stronzate, birre, pasta Roma e sugo Dolmio.

4 commenti:

papi ha detto...

E chi ze al tipo in foto?????????????Non sara mica il tuo capo ????mi sembra un po .... Scherzi a parte son contento X TE SAM ,non avevo dubbi ,grinta non ti manca ...IN CULO ALLA BALENA
CIAO PAPI

Giangio ha detto...

te son cambià tantissimo

Anonimo ha detto...

http://it.youtube.com/watch?v=Ucr8h6wEsxg

nostalgia canaglia

ciao da sao

Samuel ha detto...

Ahahahah, el bepo xe riconoscibile, ma chi xe l'altro?